sabato 15 gennaio 2011

Gentlemen.....please, start your engines!



PRIME PEDALATE, PRIME FATICATE.
INIZIATA DI BOTTO LA STAGIONE CICLISTICA 2011 QUANDO IL BOSCO, ANCOR DORMIENTE, C’ACCOMPAGNA.

Un SMS dell’amico Massimo due giorni prima, e la decisione di salire in sella prima del previsto. Il termometro, salito di diversi gradi in pochi giorni, ci ha invogliati a riempire le borracce.
Partiamo a mezzogiorno con il cielo color grigio-camino-che-brucia-Maria-muoviti-chiama-i-pompieri. Pedaliamo con eroico vigore verso le colline della pedemontana feltrina per prendere la direzione che guarda Cesiomaggiore.
Sempre con eroico sprezzo della fatica la pedalata si fa pesante anche su salite brevi. Alto è l’ardore che mettiamo nel girar di gamba, che l’asfalto scorre sotto le nostre impavide ruote senza timore alcuno, per quelli che sono i nostri primi ed arditi chilometro annuali.
Raggiunto il paese di San Gregorio nelle Alpi, sfidiamo il gelo nello scendere pronti alla risalita una volta terminata la discesa verso Marsiai. Incrociamo qualche altro ciclista che pedala, ma noi procediamo raccontandocela con la più grande calma. Riprendiamo a salire per ritornare verso Cesiomaggiore, sapendo che poco prima c’attende la salita verso il paese. Estremo ostacolo che nulla lascerà d’intentato per smorzare la nostra vigorosa ed elegante pedalata.
Quando la rampa si presenta dinnanzi a noi, con italica fierezza alziamo i nostri reali sederi dal sellino, mostrando al mondo cosa sia la perfezione suprema della macchina-corpo umano nel pieno dello sforzo. In un crescendo di fatica al nemico non cedemmo, e con far glorioso la vetta conquistammo.
Dopo una breve sosta per decidere la via del glorioso ritorno, ancora audaci decidemmo di sfidare il gelo per scendere come falchi verso Dorgnan. Di lì le campagne dell’amena località ci accompagnarono verso Pullir e successivamente verso Villabruna.
Ancora immersi nel verde ci avviciniamo a casa, dove giungemmo con vivido ardore ciclistico mentre mani e piedi erano ormai insensibili dal gelo. Ma questo non aveva fermato e reso vano questo primo allenamento 2011, grazie a due atleti che hanno onorato lo sport ciclistico sotto il cielo color grigio-camino-che-brucia-Maria-muoviti-chiama-i-pompieri.
Only the strong will survive!

Nessun commento:

Posta un commento