mercoledì 7 marzo 2012

Comunicato FIAB Belluno.

IL TESTO SOTTOSTANTE CI E’ STATO INVIATO DAGLI AMICI DELLA BICICLETTA DI BELLUNO. RIPORTIAMO IL TUTTO.

COSTITUITO IL “COMITATO RACCOLTA FONDI PRO-CICLABILI ALEMAGNA”

Alcune associazioni interessate allo sviluppo della mobilità ciclistica nel territorio provinciale (Amici della Bicicletta-FIAB di Belluno, coordinamento dei Club Service e d'opinione [Lions, Rotary, Panathlon, Soroptimist, Fidapa, Inner Wheel], Coordinamento ambientalista provinciale, Comitato Acqua Bene Comune, Gruppo Natura Lentiai) il mese scorso hanno richiamato l’attenzione sul progetto, promosso dall’Amministrazione Provinciale, di due brevi ma importantissimi tratti ciclabili lungo la statale 51 di Alemagna, nei comuni di Pieve di Cadore e Castellavazzo, per la cifra indicativa di 2.400.000 euro, di cui 1.800.000 di finanziamento europeo e 600.000 a carico della Provincia.
I due tratti in questione, oggi estremamente pericolosi per chi viaggia in bicicletta, dovendosi attraversare la statale molto trafficata e procedere sulla stessa per centinaia di metri, una volta realizzati permetteranno il collegamento ciclabile tra la parte settentrionale e quella meridionale della provincia, mettendo in rete 65 km di pista ciclabile a nord (l’ex Ferrovia delle Dolomiti) e verso sud decine di km di percorsi ciclabili su strade a basso traffico, già segnalati con le tabelle “Lunga Via delle Dolomiti” (purtroppo difettose e poco visibili): il lungo tratto della vecchia statale, dalla “Cavallera” fin oltre Termine di Cadore, e la tranquilla strada della sinistra Piave longaronese, da Codissago a Soverzene, dove si può pedalare con sufficiente sicurezza.
Queste opere però sono a rischio per la nota situazione della Provincia, commissariata e non in grado di stanziare la quota di cofinanziamento. Nel frattempo si avvicina la data di scadenza, oltre la quale si perderà il finanziamento europeo, né sarà più possibile chiederne per gli stessi tratti! Per evitarlo, vari soggetti pubblici e privati si stanno attivando onde reperire da altre fonti la somma necessaria a sbloccare i fondi europei e poter così proseguire nell’iter dei progetti.
Nell’intento di contribuire a questo obiettivo, le suddette associazioni hanno costituito formalmente il “Comitato raccolta fondi pro ciclabili Alemagna” di cui fanno parte:
Filiberto Dal Molin del Panathlon Belluno Dolomiti, coordinatore dei 12 Club Service e d'opinione della provincia, che assume la carica di presidente;
Bortolo Calligaro degli Amici della Bicicletta-FIAB di Belluno;
Augusto De Nato, vicepresidente regionale del WWF Veneto;
Ermanno Gaspari del Rotary Club Belluno;
Fiorella Francescon del Lions Belluno S. Martino;
Vania Marinello del Rotary Club Pieve di Cadore;
Fiorella Trevisan del Lions Club Belluno Host.
Il Comitato ha sede in Belluno, piazza dei Martiri 2, presso lo Studio Notarile Fiorella Francescon ed ha aperto un conto corrente presso la Cassa Risparmio del Veneto, codice IBAN IT21 O06225 119001 0000000 2538. La sua durata è prevista fino a che si raggiunga lo scopo per il quale si è costituito, quando la somma raccolta sarà versata all’Ente responsabile del progetto, con l’impegno ad utilizzarla esclusivamente per realizzare le ciclabili in questione. Se si raccoglierà una somma superiore al necessario, o nel malaugurato caso che non la si raggiunga, si è stabilito che i fondi dovranno essere devoluti ad altri Enti pubblici, ma vincolati e finalizzati sempre a opere riguardanti la mobilità ciclistica nel territorio provinciale, individuate dall’Assemblea del Comitato.
Chiunque ritenga utile lo sviluppo della mobilità ciclistica e del cicloturismo è invitato quindi a contribuire generosamente a questa sottoscrizione, mediante bonifico bancario o contattando i membri del Comitato.
Chi fosse interessato, può ottenere copia dello statuto, regolarmente registrato, presso lo Studio notarile Francescon.
Nel sito internet degli Amici della Bicicletta-FIAB di Belluno (www.bellunoinbici.it) si possono trovare maggiori informazioni, foto, rassegna stampa.

Per contatti telefonici : Studio notarile F. Francescon 0437 941316
Dott. Filiberto Dal Molin 348 3939839
Email: Bortolo Calligaro

Nessun commento:

Posta un commento