lunedì 18 febbraio 2013

Lettera del Gruppo Natura Lentiai; "PERCORSO CICLABILE TRICHIANA-BUSCHE,UN'OCCASIONE PERSA PER LENTIAI"

"In merito agli articoli apparsi in questi giorni sui quotidiani locali riguardo al progetto ciclabile Trichiana-Mel,il Gruppo Natura Lentiai vuole fornire alcune precisazioni. Da anni la nostra Associazione promuove con diverse manifestazioni lo sviluppo della ciclabilità nella Sinistra Piave,soprattutto nell ’ottica dello sviluppo di un turismo eco- sostenibile e di una nuova mobilità intercomunale,collegati all ’uso della bicicletta,cercando di portare anche nei nostri territori le esperienze già da anni maturate in Trentino-Alto Adige e nei paesi del Nord Europa. Dall'inizio dell'anno,si sta disegnando in Valbelluna una situazione interessante,la possibilità,tramite un progetto GAL2,di realizzare il percorso ciclabile che dovrebbe collegare il comune di Trichiana al lago di Busche.Dunque la possibilità di tracciare gran parte della via ciclabile della Sn Piave,congiungendosi poi a Limana. Un percorso ricco di scorci paesaggistici e storici,come i Laghetti della Rimonta,la Chiesa arcipretale di Lentiai,la splendida piazza rinascimentale di Mel,ecc.Un itinerario che se ben organizzato e pubblicizzato porterebbe nelle nostre zone un flusso turistico non indifferente,con ricadute economiche da non sottovalutare. Si aggiunga a ciò che a Limana esiste già da alcuni anni un percorso ciclabile ben segnalato e continuo,dal Capoluogo a Cesa,Pieve e Pian di Limana,che può collegarsi con quello Trichiana-Busche. Nodo principale del percorso sarà il futuro bici-grill di Busche,nel quale si potranno noleggiare le biciclette e trovare altri servizi e informazioni utili ai cicloturisti.Da evidenziare che questa struttura è direttamente collegata alla stazione ferroviaria di Busche e ha quindi tutte le carte in regola per iniziare nel migliore dei modi la sua attività e fungere quindi da nodo intermodale tra Valbelluna e Feltrino. I comuni di Trichiana,Mel e Cesiomaggiore hanno aderito al bando del GAL2,ognuno con un progetto specifico,per ottenere i finanziamenti necessari alla realizzazione di questo nuovo importante asse cicloturistico. Il Gruppo Natura Lentiai e le associazioni Amici della Bicicletta-FIAB di Belluno e ACPST Feltre 1996,hanno dato in questi mesi il loro contributo tecnico ai comuni di Mel e al GAL2 nell'elaborazione sia del percorso ottimale,che della segnaletica indispensabile. Purtroppo,nota dolente,è mancata l'adesione del comune di Lentiai a questo progetto. Come Gruppo Natura Lentiai riteniamo questa non-partecipazione un fatto grave,in primo luogo perché è stato perso un importante finanziamento per la promozione della mobilità eco-sostenibile nel territorio di Lentiai,in secondo luogo ci spiace che tutto il lavoro fatto dal volontariato sul territorio di Lentiai,a favore del turismo in bicicletta,non abbia avuto da parte dei nostri amministratori comunali l'attenzione che meritava. Il Gruppo Natura Lentiai collabora da oltre un mese alla tracciatura del percorso ciclabile in comune di Mel e siamo rimasti stupiti e molto amareggiati quando,recentemente,abbiamo saputo che il Comune di Lentiai non ha neppure risposto alla proposta di adesione del GAL2,inviata nel maggio 2011 e in seguito sollecitata. Tale nota era indirizzata,oltre che al Comune di Lentiai,anche a quelli di Mel,Trichiana e Cesiomaggiore.Solo il nostro Comune,al quale abbiamo dedicato tempo ed energie per approntare negli anni scorsi il percorso ciclabile della Claudia Augusta,non ha aderito alla proposta. Non abbiamo ben capito l'intervento apparso sulla stampa,ove gli amministratori di Lentiai lamentano l ’esclusione dal progetto e la mancanza di collaborazione da parte dei Comuni di Mel e di Trichiana."

Nessun commento:

Posta un commento