sabato 28 febbraio 2015

Tempo nuvoloso si, ma con l'animo soleggiato; ok PST!

Un tempo ‘carognetta’ che si è divertito a prenderci per il naso, ci ha fatto compagnia nella prima pedalata di marzo. Cielo sereno e ben soleggiato al mattino con termometro in ascesa fino a mezzogiorno, quand’ecco che lassù Qualcuno ha deciso improvvisamente di cambiare registro per ingrigirsi ed annuvolarsi. La ‘passeggiata ciclistica’ d’esordio si è tenuta comunque e tutto è andato bene. È stata una prima pedalata ideale, perché non troppo impegnativa. Il momento più emozionante è stato certamente il tentativo dell’amico Adriano nell’affrontare – sulla via del ritorno – la breve salita che sale molto decisa verso la località San Paolo di Feltre. Tra due ali di folla entusiasta l’amico è riuscito ad affrontare con eroico atletismo la quasi totalità dell’erta. Non ci sentiamo di escludere che entro la fine dell’anno il Gran Premio della Montagna verrà trionfalmente conquistato.
Il prossimo appuntamento è previsto per sabato prossimo, 7 marzo. Questa volta il punto di ritrovo sarà presso il piazzale/parcheggio di Pasquer (nelle vicinanze del distributore Shell tanto per capirci), sempre alle ore 14:15. Dal quartiere Pasquer partiremo per pedalare attraverso la campagna vicina, andare verso Farra di Feltre, sfiorare il centro di Pedavena tramite la ormai leggendaria (nel senso che la stiamo aspettando da un bel pezzo) Feltre-Pedavena ciclabile, colline di Murle, Foen, per poi dirigerci verso Villabruna e quindi attraversando Vellai fare ritorno a Pasquer. Adesso due righe riguardanti la serata di giovedì 26 febbraio. È stata una serata positiva quella che si è tenuta giovedì 26 febbraio (nella foto) presso il Centro Sociale di Lentiai, organizzata con il supporto del Gruppo Natura di Lentiai. Contenuti della relazione – a cura della dottoressa Proietti – tempi della serata e pertinenza nelle domande del pubblico, ci fanno chiudere il bilancio soddisfatti. Il nostro ringraziamento è per il Gruppo Natura di Lentiai, per le persone intervenute, e per l’ennesima collaborazione ricevuta dalla dottoressa Anna Rita Proietti.

Nessun commento:

Posta un commento