giovedì 16 aprile 2015

Da Mel 2012 a Feltre 2015

23-24 maggio 2015; manifestazione regionale FIAB da Calalzo a Feltre. Attesi diversi gruppi ciclo-turistici da diverse parti del Veneto e probabilmente anche da fuori Regione. E noi dovremmo avere il nostro da fare.
Con l’appoggio del Gruppo Natura di Lentiai per il coordinamento nel tratto Mel-Lentiai, con il nostro per quello riguardante la parte conclusiva, e con tante autorità locali che lungo il percorso attenderanno e saluteranno l’arrivo del ‘plotone’ ciclo-turistico che percorrerà la parte meridionale della Lunga Via delle Dolomiti. Una manifestazione di carattere regionale FIAB – con la FIAB di Belluno come protagonista principale – che inizierà sabato 23 maggio da Calalzo e si chiuderà domenica 24 a Feltre. Diversi tratti della Calalzo-Belluno-Feltre verranno inaugurati con le rispettive autorità locali man mano che l’evento toccherà i diversi Comuni attraversati. Il primo giorno (sabato 23) la ‘carovana’ raggiungerà Belluno nel pomeriggio e molti dei partecipanti che arriveranno da fuori provincia pernotteranno nel capoluogo. Domenica 24 partenza da Belluno al mattino (probabile orario 8:30 dal piazzale della stazione) e nel pomeriggio dovrebbe esserci l’arrivo a Feltre per concludere questo evento. La ‘macchina’ organizzativa è in moto da diverse settimane, sia per quel che concerne l’impegno della FIAB di Belluno, sia per le associazioni a supporto dell’evento (GNL e PST per la zona della Valbelluna). La chiusura è sotto la nostra regia, visto che da Busche fino a Feltre saremo noi il riferimento.
PER NON DIMENTICARE MEL 2012: Questa manifestazione è anche un altro passo avanti dopo l’evento organizzato nel giugno del 2012, quando Mel fu per una mattina intera il cuore del ciclo-turismo bellunese. Al tempo diverse realtà associative, tra cui anche la nostra, alzarono la voce chiedendo più considerazione e impegno alle istituzioni, partendo dalle Amministrazioni della valbelluna e della vallata feltrina. Ci ascoltarono assessori e sindaci di quasi tutti i Comuni che andavano da Belluno a Feltre sia di Destra che di Sinistra Piave. Fu un successo, un giorno di svolta, un’ideale rampa di lancio per dare la benedetta sveglia riguardo alla mobilità ciclabile lungo l’asse Feltre-Belluno guardando in quel caso alla Sinistra Piave. Gruppi che – partendo da Belluno, da Trichiana, da Santa Giustina, da Lentiai e da Feltre – una volta raggiunta Mel fecero capire che molti ciclisti erano stufi marci di sentir parlare solamente di questa Belluno-Feltre, senza vederne le tracce concrete. Ora queste tracce iniziano a vedersi in maniera più concreta, più evidente, ma non ancora soddisfacente. Quel giugno 2012 fu un punto di partenza, ma questo maggio 2015 NON dev’essere un punto di arrivo. Il lavoro NON è finito e questa due giorni ciclo-turistica, che chiuderà a Feltre nel pomeriggio di domenica 24 maggio, dovrà farlo capire. E sia chiaro che questo impegno – che WWF, FIAB, GNL e PST portano avanti con comunione d’intenti da alcuni anni – non è diretto solamente al ciclo-turista e basta ma per tutti i ciclisti, che siano questi atleti, ciclisti di giornata o ciclisti del momento. Anche per quei ciclisti che purtroppo se ne stanno seduti in poltrona, fregandosene da sempre di queste cose. Quelle persone insomma che non sono mai presenti quando serve aiuto per apparecchiare, ma sempre pronte a diventare amici o amiche quando il piatto fumante è in tavola e i bicchieri pronti al brindisi. Anche per queste persone ci sono altre persone che da alcuni anni rompono le scatole per cercare di migliorare le cose. Visto che troppi altri sanno sempre come si deve fare tutto ma sono ancora lì, seduti in quella benedetta poltrona, intenti ad aspettare che la tavola sia imbandita.

Nessun commento:

Posta un commento